Finanziamenti alle imprese. Nuovi parametri fissati in sede di conversione del Decreto Liquidità

di | 5 Giugno 2020

In sede di conversione in Legge del Decreto Liquidità, il Parlamento, con specifico riferimento all’intervento del Fondo di garanzia, ha esteso la possibilità di ricorrere a finanziamenti garantiti al 100% dallo Stato anche alle associazioni professionali e alle società tra professionisti nonché agli agenti di assicurazionesubagenti di assicurazione e broker iscritti alla rispettiva sezione del Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi.

Inoltre:

  • l’importo massimo del finanziamento garantito è stato portato a 30.000 euro, in luogo dei 25.000 euro finora previsti,
  • è stata estesa a 120 mesi la durata del finanziamento (prima stabilita in misura pari a 72 mesi),
  • sono stati rivisti gli importi massimi del finanziamento garantito, essendo inizialmente previsto che il finanziamento non dovesse superare il 25 per cento dell’ammontare dei ricavi del soggetto beneficiario. La nuova disposizione prevede invece che il finanziamento garantito non possa essere superiore, alternativamente, al doppio della spesa salariale annua del beneficiario per l’anno 2019 o il 25 per cento del fatturato totale 2019.

Per i finanziamenti concessi fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione, i soggetti beneficiari potranno chiedere, con riguardo all’importo finanziato e alla durata, l’adeguamento del finanziamento alle nuove condizioni previste.

Anche con riferimento ai finanziamenti alle imprese per i quali è riconosciuta la garanzia Sace S.p.A. sono state previste numerose modifiche normative, la principale delle quali è rappresentata dalla possibilità di fornire una serie di informazioni con dichiarazione sostitutiva di atto notorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.